Profilo bloglovin Profilo Pinterest Profilo Google + Profilo twitter Profilo Facebook

La Coop racconta i suoi valori nelle CoopTimeStories

Pubblicato il: 26 luglio 2017 | Commenti 0

cooptimestories

La Coop racconta i suoi valori nelle CoopTimeStories, in collaborazione con giovani registi italiani e con una colonna sonora d’eccezione.

4 storie per 365 giorni

Sicurezza, Ambiente, Trasparenza ed Etica: sono i valori di Coop, raccontati nelle sue quattro CoopTimeStories, in collaborazione con giovani registi italiani. Alla colonna sonora ci pensa Levante, nel cui brano “Diamante” la Coop si è rispecchiata per due versi in particolare:
Ognuno di noi ha un diamante da trovare in mezzo a un milione di pietre.
Ognuno di noi ha scambiato pietre per diamanti, almeno una volta“.

Sicurezza, Ambiente, Trasparenza ed Etica non sono solo i valori di Coop… ma sono anche i nostri valori, che troviamo nel nostro presente e nel nostro futuro.

La prima delle CoopTimeStories: Sicurezza

Tre persone, tre paure: la paura dell’acqua, la paura dell’altezza, la paura del buio. Altrettante persone le aiutano a superarle. Un corto quasi commovente, con Cristian Natoli alla regia.

Come si riflette tutto ciò nella filosofia Coop?

Per Coop, Sicurezza significa garantire serenità e protezione con fatti e azioni concreti che generano fiducia.
Per questo, i prodotti alimentari di Coop sono garantiti da oltre 2 milioni e mezzo di controlli accurati all’anno, da una selezione dei fornitori attenta e dal rispetto severo dei requisiti di legge.

Le strumentazioni all’avanguardia garantiscono massima attenzione contro le frodi alimentari: i prodotti Coop sono privi di coloranti, aspartame e polifosfati, come di OGM, di cui sono privi anche i mangimi di tutte le filiere Coop.

Come se tutto ciò non fosse abbastanza, Coop è stata la prima catena della GDO italiana ad eliminare l’olio di palma dai propri prodotti a marchio.

La seconda delle CoopTimeStories: Ambiente

Porta speranza per il futuro dei giovani: è la storia di Enrico, agronomo e writer, che dopo 6 anni in Francia decide di tornare in Italia a lavorare nel mulino di famiglia da cui non riesce proprio a stare lontano.

Come lui, altri giovani fanno una scelta simile. Enrico racconta la sua storia, ma c’è una frase in particolare che fa tremare il cuore: “Siamo tornati a casa”. Una scelta coraggiosa dettata dall’amore per il proprio territorio, di cui si è custodi. La regia è affidata nuovamente a Cristian Natoli.

Ormai da anni Coop è impegnata in questa direzione e a dimostrarlo sono i numeri: 600 i prodotti Coop Biologici ed Ecosostenibili, 4 mila le tonnellate di imballaggi risparmiati nell’ultimo anno, 145 mila gli alberi salvati grazie all’utilizzo massiccio di carta riciclata.

In attesa delle altre CoopTimeStories: Trasparenza ed Etica

Le CoopTimeStories ci accompagneranno durante tutto l’anno sul web e sui social!

buzzoole code