Profilo bloglovin Profilo Pinterest Profilo Google + Profilo twitter Profilo Facebook

Recensione di “Un regalo da Tiffany” di Melissa Hill

Pubblicato il: 1 novembre 2011 | Commenti 0

Ben ritrovate amiche lettrici!

Oggi voglio parlarvi di un libro delizioso che mi ha fatto compagnia durante le mie brevi vacanze estive.

Anche voi avete sempre sognato di bere un caffettone bollente, mangiare un muffin al cioccolato e nello stesso tempo ammirare le vetrine della gioiellerie più famosa del pianeta??? Chi di voi ha anche avuto la fortuna di entrarci, di certo si ricorderà l’aria magica che si respira dentro ogni boutique Tiffany. E questa stessa aria la possiamo respirare tra le righe del romanzo di Melissa Hill.

UN-REGALO-DA-TIFFANY

Fonte immagine: amazon.it

Le parole della Hill ci trasportano in una New York natalizia e innevata: tutti sono frenetici e corrono per gli ultimi regali. Tiffany, sulla quinta strada, è veramente preso d’assalto: due uomini, in vacanza nella città della mela,  hanno deciso di regalare la preziosa scatolina azzurra alle loro rispettive donne. (Chi di noi non lo ha mai sognato?). Ma, un incidente (forse voluto dal fato?), incrocia le vite dei due uomini e i loro pacchetti.

Gary, vittima dell’incidente e convalescente per alcuni giorni, si ritrova tra le mani un prezioso diamante: la sua fidanzata non sta più nella pelle e, una volta rientrata nel continente pensa solo al suo matrimonio. Gary non riesce a prendere in mano la situazione e, anche se ancora un po’ “bamboccione”, si fa trasportare dall’entusiasmo della sua donna non chiedendosi da dove sia saltato fuori l’anello.

Hetan, diligente professore, non vede l’ora di fare la richiesta di matrimonio alla sua fidanzate la quale però dovrà ancora attendere del tempo. Egli, però, è consapevole dello scambio e fa di tutto per riottenere ciò che è suo. Ma si trova di fronte una donna molto bella ed entusiasta del suo matrimonio alle porte: per paura di ferirla prende tempo.

Il tempo, però, lo aiuterà e gli farà vedere che non “è tutto oro quel che luccica”: forse aveva sbagliato a individuare nella donna che le stava accanto il vero amore della sua vita e lo scambio di pacchetti gli farà guardare con altri occhi l’Amore, quello vero.

Una lettura piacevolissima, per le inguaribili romantiche: tutto non vi sembrerà chiaro finchè non leggerete l’ultima parola…i colpi di scena sono garantiti!

L’autrice è stata definita la “Sophie Kinsella irlandese” e secondo me promette veramente bene: ha uno stile semplice e curato e arrichisce il tutto con un pizzico di pepe, alias mutamenti improvvisi che non ci aspettiamo e che ci stupiranno.

buzzoole code